Consigliere regionale Liguria: "No alle comparse di colore nell'Aida. Assumete italiani"

Franco Senarega contro l'assunzione di 15 africani (per due settimane) per le rappresentazioni del Teatro dell'Opera. "Il teatro assuma italiani e comperi del cerone nero"

Le comparse di colore per l'Aida? Devono essere italiani: "Non credo che il Teatro dell'Opera abbia difficoltà ad acquistare un po' di cerone nero". Non è uno scherzo, il consigliere regionale ligure, Franco Senarega (Lega) è intervenuto attaccando il Teatro dell'Opera di Genova che, in vista dell'Aida (dove servono figuranti per rappresentare i soldati etiopi) che andrà in scena (sei repliche) dal 2 al 16 dicembre, ha assunto 15 comparse di colore. Una di queste, il gambiano Frank Amoah risiede nel centro di accoglienza stranieri di Recco dove vive Senarega. Per questo, il consigliere leghista si è scatenato: "Il mondo della lirica - ha detto, preannunciando un'interrogazione -  non attraversa un periodo facile dal punto di vista occupazionale. Conosco tanti che cercano di lavorare nei teatri italiani e non ci riescono. A Genova sono stati assunti 15 migranti per fare le comparse  lasciando a casa 15 italiani". Poi il discorso sull'acquisto del cerone nero.

Gli ha risposto il vicesindaco di Recco, Gianluca Buccilli dicendo che "l'accoglienza è un valore imprescindibile per un Paese come il nostro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata