Licenziato direttore Qs per titolo su atlete 'cicciottelle'
Dopo polemiche arriva decisione dell'editore Riffeser Monti

Il direttore di Qs Quotidiano Sportivo, Giuseppe Tassi, è stato sollevato dall'incarico "con effetto immediato" dall'editore Andrea Riffeser Monti. Il motivo? La pubblicazione di un pezzo sulle testate del gruppo intitolato 'Il trio delle cicciottelle sfiora il miracolo olimpico', riferito alla prova delle azzurre di tiro con l'arco Guendalina Sartori, Claudia Mandia e Lucilla Boari, che hanno concluso la gara con un quarto posto. Quel titolo non è proprio andato giù ai lettori e, tantomeno, alla rete. Su Facebook il profilo di Il Resto del Carlino è stato inondato di critiche da parte degli utenti del social network, che hanno definito "sessista" il titolo e ingiusto nei confronti della squadra olimpica.

Nella nota pubblicata oggi, l'editore Riffeser Monti "si scusa con le atlete olimpiche del tiro con l'arco e con i lettori del Qs Quotidiano Sportivo, per il titolo comparso sulle proprie testate relativo alla bellissima finale per il bronzo persa con Taipei".

Ieri lo stesso direttore Tassi si era scusato su Facebook se quel titolo aveva "urtato la sensibilità di alcuni nostri lettori ma l'intento di partenza non era né derisorio né discriminante".

Nella serata di ieri anche la Federazione italiana di tiro con l'arco aveva criticato il titolo, definito "a dir poco irriguardoso". "Focalizzare l'attenzione sull'aspetto fisico di queste ragazze", aveva scritto Mario Scarzella, presidente della Fita, "è stato davvero di cattivo gusto. "Dopo le lacrime che queste ragazze hanno versato per tutta la notte - aveva aggiunto Scarzella - questa mattina, invece di trovare il sostegno della stampa italiana per un'impresa sfiorata, hanno dovuto subire anche questa umiliazione. Gli arcieri italiani sono in rivolta e noi ci sentiamo di giustificare la loro rabbia".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata