Lecce, ubriaco aggredisce con un coltello la convivente: arrestato

Bari, 27 ott. (LaPresse) - La chiamata al 112 è arrivata ieri sera, intorno alle 23. Una 36enne di Nardò, in Salento, chiedeva soccorso durante una violenta lite con il convivente. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, nella zona 167, la porta di casa era socchiusa, le urla dei due udibili fin dall'ingresso nel palazzo. Entrando nell'appartamento i poliziotti hanno trovato l'uomo che stringeva per la gola la compagna e brandiva un coltello da cucina tentando di ferirla. All'intervento degli agenti, l'uomo ha mollato la presa, ma si è avventato su di loro. Immobilizzato e disarmato è stato condotto all'ospedale di Galatina dove è stato certificato che era ubriaco. Arrestato, ora dovrà rispondere di lesioni aggravate, maltrattamenti verso conviventi e resistenza aggravata a pubblico ufficiale.

Alla donna, invece, condotta all'ospedale di Gallipoli, sono state riscontrate lesioni multiple e una sublussazione del coccige. Ne avrà per 20 giorni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata