Lecce, trovato il cadavere di Noemi. Il fidanzato: "L'ho uccisa io"
Era scomparsa nella notte tra il 2 e il 3 settembre

Noemi Durini, la sedicenne di Specchia (Lecce) scomparsa dalla notte tra il 2 e il 3 settembre scorso è morta, l'ha uccisa il suo fidanzatino di 17 anni. Questa mattina, la Procura dei minori l'aveva indagato per omicidio volontario. Il corpo della ragazza è stato ritrovato, ma non si sa ancora dove e non si sa se su indicazione dell'assassino.

Noemi (nella foto dal suo profilo Facebook), intelligenza molto vivace, carattere difficile e spesso in scontro con la famiglia, è uscita quela sabato a tarda sera senza cellulare né borsa il che fa supporre che non avesse intenzione di andarsene. Altre volte, però, la ragazza aveva tentato la fuga per qualche giorno e, per questo, i genitori si erano preoccupati fino a un certo punto. Il rapporto col fidanzatino era piuttosto travagliato e Noemi, recentemente aveva scritto su Facebook una frase che faceva supporre che in quel rapporto ci fosse anche della violenza: "Non è amore se ti fa male... Non è amore se ti controlla...". D'altra parte Noemi dimostrava grande attaccamento al ragazzo e lo aveva difeso contro la sua stessa famiglia che non lo vedeva bene per i suoi atteggiamenti da bulletto violento.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata