Lecce, rubate due tele del pittore salentino Palumbo

Bari, 26 ago. (LaPresse) - Misterioso furto, rubate due tele del Palumbo, il noto pittore salentino. Il colpo è stato messo a segno tra il 21 e il 26 agosto, in quei giorni in casa non c'era nessuno, quello che è certo è che è stato scoperto ieri mattina dalla figlia dei proprietari. La donna appena rientrata si è resa conto che le due tele ottocentesche del pittore Michele Palumbo da Calimera, quotate circa centomila euro, erano sparite dalla parete della dimora storica dei suoi genitori in via Federico d'Aragona, pieno centro storico di Lecce.

I ladri sono entrati forzando la grata di un pozzo luce e si sono introdotti nel palazzo. Le indagini della squadra mobile della polizia di Lecce si stanno muovendo nell'ambito dei furti su commissione, tanti i dipinti di pregio presenti in casa neppure toccati. I malviventi sono andati a colpo sicuro, sapevano cosa prendere e come farlo. Gli agenti della scientifica, infatti, nonostante abbiano passato al setaccio tutte le dieci stanze della dimora non sarebbero riusciti a trovare tracce utili che possano in qualche modo portare all'identificazione degli autori del reato.

Chi si impadronito delle tele doveva essere un professionista, l'allarme acustico non è scattato e la dimora non era dotata di impianto di videosorveglianza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata