Lecce, gestore stazione di servizio non vende carburante ma droga

Bari, 7 set. (LaPresse) - E' stato arrestato ieri in flagranza di reato un 48enne già conosciuto alle forze dell'ordine, titolare di una stazione di servizio a Torre Lapillo nel leccese. I carabinieri di Campi Salentina da tempo tenevano d'occhio l'attività commerciale avendo notato uno strano via vai di gente, ma soprattutto il fatto che molti clienti si intrattenevano col gestore ma non facevano rifornimento di carburante. Per questo è scattata la perquisizione e coadiuvati con una unità del nucleo cinofili di Modugno hanno scoperto che il titolare aveva in diversi punti dell'area di servizio droga per un totale di 1 chilo di hashish e 300 grammi di cocaina in gran parte pura.

La cocaina era disseminata ovunque: in ufficio c'erano 14 dosi già confezionate con l'attrezzatura per prepararne altre e 50 grammi puri; dietro a un pannello sono stati trovati altri tre pacchetti; sotto una serie di pneumatici esausti, fuori dal deposito, il cane ha fiutato un altro involucro contenente 50 grammi. Vicino alla colonnina del contatore dell'Enel oltre a 100 grammi di hashish, c'era anche un magnete utilizzato per bloccare il contatore. Un altro era sistemato nell'area adibita a lavaggio autovetture. A casa dell'uomo, invece, è stata trovata una balestra perfettamente funzionante.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata