Lecce, falsi incidenti: truffate assicurazioni per 1 mln, 12 arresti

Lecce, 22 dic. (LaPresse) - Fingevano incidenti stradali mai esistiti e alteravano quelli realmente accaduti. Per questo la polizia di Lecce ha arrestato 12 persone. Gli agenti della polizia stradale hanno analizzato 37 falsi sinistri stradali avvenuti negli anni tra il 2008 ed il 2010. Sono stati anche deferiti all'autorità giudiziari in stato di libertà altri 60 soggetti, tutti responsabili a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla simulazione di falsi incidenti stradali. L'obiettivo era ottenere consistenti indennizzi da parte delle assicurazioni.

L'organizzazione era composta da persone che per lavoro si occupano di incidenti stradali: avvocati, medici, periti, liquidatori e carrozzieri. L'ammontare delle somme elargite dalle compagnie assicurative ed indebitamente percepite dalle persone coinvolte nella truffa è risultata essere di circa un milione di euro.

Uno degli indagati è stato sottoposto a misura interdittiva dell'attività lavorativa. Trentotto gli episodi sospetti accertati in 3 anni d'indagine.

Gli arrestati ai domiciliari sono: Leonardo Corlianò , titolare dell'omonima ditta di autocarrozzeria, di Zollino, 55 anni; Osvaldo Dell'Onze, perito assicurativo, di Lecce, 65 anni; Claudio Girasoli, medico chirurgo in servizio presso il pronto soccorso del Presidio ospedaliero di Galatina, nato a Roma, 45 anni; Antonio Martella, titolare dell'omonima ditta di autocarrozzeria, di Surbo, 52 anni; Donato Maruccia, avvocato del Foro di Lecce, di Galatina, 39 anni; Lorenzo Micocci, liquidatore della Unipol Assicurazioni spa, leccese di 42 anni; Donatella Russo, medico chirurgo, di Alessano, 41 anni; Alessandro Sbocchi, titolare della ditta Sbocchi sas, di Castrignano dei Greci, 43 anni; Nicola Scardino, liquidatore di Unipol Assicurazioni spa, di Taranto, 42 anni; Giorgio Stomeo, perito assicurativo, leccese, 63 anni; Concetto Vilei, titolare delle ditte Vilcon Investigazioni e Vilcon Service srl, di Cannole, 48 anni; Monica Francesca Vinci, avvocato del Foro di Lecce, di Parabita, 41 anni. Misura dell'obbligo di dimora presso il comune di residenza, invece, per Giuseppe Calogiuri, medico specialista in ortopedia e traumatologia, di Lizzanello e residente a Soleto, 63 anni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata