Lecce, colpo alla Sacra corona unita: 22 arresti per droga e corruzione

Lecce, 16 dic. (LaPresse) - I carabinieri stanno eseguendo nella provincia di lecce un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari, emessa su richiesta della Procura distrettuale antimafia, nei confronti di 22 indagati per associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, estorsione, detenzione illegale di armi, corruzione e altri delitti aggravati dalle finalità mafiose. Al centro delle indagini del Ros il clan 'Giannelli', storico sodalizio mafioso della Sacra corona unita salentina facente capo al boss ergastolano Luigi Giannelli. Documentato il processo di riorganizzazione interna del clan e la reggenza assunta dal figlio del boss, Marco Antonio Giannelli. In particolare, le indagini hanno accertato il dinamismo del sodalizio nel narcotraffico e nelle attività estorsive a danno di imprenditori locali, nonché la capacità di instaurare rapporti collusivi con pubblici amministratori e di condizionarne l'attività in cambio del sostegno elettorale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata