Lecce, 20enne ucciso: gli sparano mentre monta palco per show

Lecce, 2 ago. (LaPresse) - Due colpi di arma da fuoco, uno al braccio e uno alla tempia, hanno ucciso un operaio di 20 anni che nell'area fieristica di piazza Palio a Lecce stava montando i ponteggi per la struttura che sabato era destinata a ospitare il concerto di Laura Pausini in programma sabato prossimo. L'area avrebbe dovuto essere sede anche di altri eventi. La vittima, Valentino Spalluto, era originario di Surbo, nel leccese. Il giovane, che ha solo un precedente per detenzione di droga a uso personale e lavorava in una zona recintata utilizzata per concerti ed eventi, è deceduto durante il trasporto all'ospedale. Il ventenne è stato soccorso dagli operatori del 118 che l'hanno trasportato all'ospedale Nuovo Fazzi, ma è giunto senza vita nel nosocomio. Sulla morte di Spalluto ucciso nell'agguato avvenuto alle 17, mentre stava montando dei ponteggi per una ditta in piazza Palio indaga la squadra mobile di Lecce. Secondo quanto risulta alla polizia, dalle testimonianze raccolte, l'operaio montava le impalcature proprio per il concerto della Pausini. Secondo quanto raccontato dal suocero della vittima agli investigatori, a sparare sarebbe stato un uomo poi fuggito a bordo di un motorino Scarabeo con indosso una maglia e un casco nero. E' stato proprio il suocero, che lavora nella stessa ditta di suo genero, a chiamare 118 per i soccorsi al ragazzo.

Dal canto suo la produzione della cantante italiana in una nota "smentisce categoricamente qualunque riferimento all'incidente", spiegando che "il palco e tutta la struttura produttiva dello show" della Pausini "sono fermi a Malta per lo smontaggio del concerto che l'artista ha tenuto ieri sera". Secondo quanto risulta alla polizia, invece, che indaga sul caso, dalle testimonianze raccolte finora, l'operaio montava delle strutture proprio per il concerto della Pausini. La produzione dell'artista, attraverso l'ufficio stampa, fa sapere che il palco e la struttura produttiva del concerto, che avrebbero dovuto partire stasera da Malta alla volta di Lecce, dove avrebbe dovuto giungere domani, sono stati invece tenuti fermi a Malta.

L'amministrazione comunale di Lecce ha espresso "rammarico e sgomento per quanto accaduto questo pomeriggio in città. In attesa di comprendere le dinamiche che hanno portato alla scomparsa del giovanissimo Valentino Spalluto, il Comune di Lecce - chiamato in causa dalla produzione dello show di Laura Pausini per eventuali chiarimenti - tende però a precisare che nulla ha a che vedere con l'organizzazione del concerto, tantomeno con l'allestimento del palco". "Il concerto, infatti - fa sapere il Comune in una nota - non rientra nel calendario degli eventi organizzati del Comune di Lecce - si legge e si sarebbe dovuto svolgere in un'area gestita da privati, e quindi non di competenza comunale. Intanto, l'amministrazione esprime tutta la sua vicinanza e si unisce alla famiglia del giovane Valentino in questo momento di dolore".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata