Lavoro, quaranta manifestanti in cima al Colosseo per protesta

Roma, 14 nov. (LaPresse) - Un gruppo di circa trenta lavoratori, con il sostegno del sindacato Usb, è salito in cima al Colosseo a Roma e ha srotolato gli striscioni "Io sto con Ilario e Valentino" e "No alla privatizzazione del trasporto pubblico". L'iniziativa, nell'ambito della giornata di sciopero sociale, è in solidarietà con Ilario e Valentino Tomasone, i due autisti di bus sospesi dalla società di trasporti Roma Trasporto pubblico locale dopo la loro partecipazione alla trasmissione 'Presa diretta'.

Si protesta inoltre contro la privatizzazione dei servizi pubblici e la prosecuzione dell'affido ad aziende che hanno dimostrato inadeguatezza sia nella gestione dei servizi sia nel rapporto con i lavoratori. "Ilario e Valentino, colpiti da sospensione disciplinare, incarnano le conseguenze del Jobs Act sui i diritti dei lavoratori", si legge nella nota della Usb. Insieme a loro sul Colosseo anche una delegazione dei lavoratori del commercio, che ha calato uno striscione contro il rinnovo del contratto nazionale: "Non a mie spese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata