Lampedusa, è giallo su rimozione vertici centro accoglienza

Roma, 18 dic. (LaPresse) - E' giallo sulla sorte dei dirigenti del Centro di primo soccorso e accoglienza (Cpsa) di Lampedusa, dopo le polemiche scatenate dal video mandato in onda dal Tg2 che ritrae i migranti nudi lavati con una pompa all'aperto. La Legacoop, infatti, in una nota oggi ha fatto sapere di aver "dato indicazione alle cooperative socie di Lampedusa Accoglienza di rimuovere e rinnovare il management attuale e di avviare immediatamente una migliore organizzazione con altre professionalità". Dalla stessa organizzazione però precisano di non avere il potere di rimuovere il management ma di poter solo invitare a farlo le cooperative che sono associate in Lampedusa Accoglienza, che è il consorzio che gestisce il centro. In ogni caso, annunciano una "una commissione d'indagine conoscitiva" sulle condizioni in cui sono trattenuti i migranti.

Per parte sua, l'amministratore delegato di Lampedusa Accoglienza, Cono Galipò, dice non essere stato avvisato di niente e di avere invece lui, stamane e autonomamente, proceduto a sospendere due operatori del centro. Insomma non sarebbero saltati i vertici ma due operatori. Galipò ha prima annunciato una riunione con Legacoop stasera a Palermo - che però dall'organizzazione hanno smentito - e poi per domani a mezzogiorno a Catania. "Entro domani avremo chiarimenti", ha spiegato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata