Lamezia Terme, sequestro da 200 mln

Lamezia Terme (Catanzaro), 10 lug. (LaPresse) - I carabinieri di Catanzaro stanno eseguendo un'ordinanza di confisca di beni per un valore di oltre 200 milioni di euro, nei confronti del sorvegliato speciale Salvatore Mazzei, imprenditore di Lamezia Terme, ritenuto contiguo alle organizzazioni criminali di 'ndrangheta egemoni nella zona. Il sequestro nasce da controlli eseguiti in tutta la Calabria. Oggetto della confisca sono: 70 fabbricati; oltre 200 ettari di terreni; una cava adibita ad estrazione di materiale inerti; 25 società operanti nel settore del movimento terra e costruzioni; un parco autoveicoli composto da oltre 30 automezzi; un albergo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata