La vita in diretta, legale Manelli: Abusi su suore sono fandonie

Milano, 6 nov. (LaPresse) - "Credo che (padre Fidenzio Volpi, ndr) non avesse divulgato il dossier perché voleva verificare che i fatti fossero veri". Lo ha detto Giuseppe Sarno, legale dell'istituto religioso dei frati francescani dell'Immacolata coinvolto in un'inchiesta della procura di Avellino dopo che proprio Sarno ha consegnato un dossier - a sua volta consegnatogli da padre Fidenzio Volpi, commissario pontificio dell'istituto - in cui sono contenute accuse di abusi e vessazioni da parte del cofondatore dell'Istituto, padre Stefano Manelli, nei confronti di alcune sorelle dell'istituto delle suore francescane. Enrico Tuccillo, avvocato di Stefano Manelli, ribatte: "Ci sono 400 suore e 400 frati che possono essere sentiti. Stiamo aspettando che la procura convochi queste persone", per verificare la verità dei fatti che il legale definisce "fandonie".

Foto da Twitter La Vita in Diretta

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata