Senza tetto a Roma davanti alla Chiesa di Sant'Andrea della Valle
La strage dei clochard. Un altro senzatetto morto di freddo a Roma

È stato trovato martedì mattina nel Parco della Resistenza vicino al Circo Massimo. È il quinto, nella capitale, dall'inizio dell'anno e il decimo di questo inverno

Un altro senza tetto morto a Roma. Il suo corpo senza vita è stato trovato martedì mattina nel Parco della Resistenza alle spalle del Circo Massimo. Era riverso nel suo giaciglio di fortuna. Sul posto, sono intervenuti i Carabinieri della Stazione Roma Aventino e del Nucleo Operativo di Roma Centro.

È la quinta vittima del freddo dall'inizio dell'anno (un altro era deceduto ieri nella zona di piazza Irnerio) e la decima dall'inizio dell'inverno. La Caritas e le altre associazioni si danno da fare ricoverando le persone che dormono per strada in alcune stazioni della metro, ma il numero dei senza tetto è sempre più alto e molti sfuggono al controllo delle organizzazioni benefiche o, semplicemente, non sanno che esiste questa opportunità. La situazione è comunque grave: una delle peggiori degli ultimi anni.

L'esposto del Codacons - Sul caso del clochard morto a Roma probabilmente a causa del freddo, il Codacons presenta un esposto alla Procura della Repubblica perché accerti le responsabilità dell'amministrazione capitolina. "Siamo in presenza di una vera emergenza e vogliamo capire se il Comune di Roma abbia fatto tutto il possibile per evitare questa strage di senzatetto - afferma il presidente Carlo Rienzi -. La conta delle vittime è infatti impietosa: 5 sono i clochard deceduti nella capitale da inizio anno, e 10 i senzatetto deceduti a Roma nel corso dell'inverno, numeri che devono portare a riflettere e accertare le responsabilità dell'amministrazione". Con l'esposto in Procura il Codacons chiede in particolare alla magistratura di aprire una indagine sui decessi legati al freddo e verificare gli atti amministrativi adottati dal Campidoglio sul fronte dell'assistenza ai senzatetto, accertando le relative responsabilità alla luce del possibile abbandono di soggetto incapace e omissione di atti d'ufficio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata