La Procura apre inchiesta sulle buche a Roma
ll problema delle buche a Roma passa sotto la lente della Procura, che ha avviato una indagine dopo gli esposti di alcune associazioni di consumatori. Il procedimento al momento è senza indagati o ipotesi di reato. Il Campidoglio prova a correre ai ripari, annunciando risorse aggiuntive. Secondo i costruttori romani, servirebbe un piano straordinario con investimenti pari a 250 milioni l’anno per cinque anni. Intanto il Codacons paventa "una valanga di cause risarcitorie" contro il Comune. Per l'associazione di consumatori sono 230mila i veicoli coinvolti in qualche modo dalle buche stradali