La privacy sul web si rafforza: l'Ue trova l'accordo

Lussemburgo, 15 giu. (LaPresse/EFE) - La privacy su web si rafforza. I ministri della Giustizia dell'Unione europea, riuniti in Consiglio a Lussemburgo, hanno raggiunto un accordo sul regolamento europeo per rafforzare la protezione dei dati su internet e riconosciuto il diritto dei cittadini all'oblio in rete. Dopo tre anni di negoziati, i 28 inizieranno ora, prima delle vacanze estive, i negoziati con il Parlamento per arrivare a un accordo finale per una normativa entro l'anno. Questa include il diritto degli europei a essere "dimenticati" in rete, chiedendo la cancellazione di tutti i dati personali irrilevanti o dannosi.

La presidenza lettone ha affermato che la misura "si adatta alla nuova realtà e garantisce la protezione dei dati personali dei cittadini, dando loro maggior potere decisionale", aumentando la fiducia nei servizi online. Tutti gli Stati, eccetto Austria e Slovenia, hanno dato appoggio al testo di compromesso presentato dalla presidenza, seppure quasi tutti abbiano affermato sia un "punto di partenza" da migliorare in Parlamento. La prima riunione tra Consiglio, Commissione e Parlamento per iniziare a negoziare la bozza definitiva si terrà il prossimo 24 maggio, ha annunciato la presidenza lettone.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata