La Concordia lascia il Giglio Inizia il viaggio verso Genova

Isola del Giglio (Grosseto), 23 lug. (LaPresse) - Dopo due anni e mezzo la Costa Concordia ha lasciato le acque dell'Isola del Giglio e ha iniziato la navigazione, che durerà quattro giorni, per arrivare a Genova dove verrà smantellata.
Nelle operazioni di rotazione il relitto della Costa Concordia è stato girato prima verso est e poi verso nord,

Per l'ultima mattina gli abitanti dell'Isola del Giglio si sono svegliati trovando davanti ai loro occhi la Costa Concordia. Da domani, il paesaggio tornerà ad essere quello di prima del 13 gennaio 2012. A più di due anni dal naufragio della nave, i gigliesi la salutano sperando di lasciarsi alle spalle una vicenda che ha segnato l'isola per sempre. "Aspettiamo l'arrivo dell'ultimo traghetto, poi sarà interdetta la navigazione e ci sarà l'attività di aggancio dei rimorchi. Quando la prua comincerà a staccarsi verso est, sarà uno dei momenti più salienti. Poi saranno rilasciati gli ormeggi di poppa e la Concordia andrà verso il mare aperto, come una nave deve fare". Così il prefetto Franco Gabrielli, capo della protezione civile, ha raccontato ai microfoni di Rainews24 le ultime fasi prima della partenza della Costa Concordia verso il porto di Genova dove verrà finalmente smantellata dopo quattro giorni di viaggio in mare. La Concordia si lascia dietro 33 morti, di uno dei quali non è mai stato trovato il corpo mentre un altro è un sommozzatore che lavorava alla rimozione del relitto, mesi di studio per la sua rimozione e disagi per l'intera popolazione del Giglio. Dopo la partenza della Concordia si aprirà la partita del ripristino dell'ambiente dell'isola: rimozione delle piattaforme e ripristino dei fondale. Ma oggi alle 16 il porto verrà riaperto. Il relitto della Concordia non ci sarà più.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata