La città di Amatrice piange le sue vittime. Recuperato sesto corpo sotto l'hotel Roma
Nuove scosse nella notte. Anche le istituzioni presenti al funerale dopo il sisma. Mattarella ai cittadini: Coraggio, noi siamo con voi

E' stato recuperato questa mattina il corpo della sesta vittima sotto l'hotel Roma di Amatrice, crollato nel giorno del forte terremoto del 24 agosto.

IERI I FUNERALI. Lacrime e pioggia, poi quello spaccato di cielo azzurro tra le nuvole nere, grande abbastanza per accogliere centinaia di palloncini bianchi dedicati ai morti di Amatrice. Questo è il tempo del dolore, ma presto deve arrivare quello per "reagire e dedicare il nostro tempo affinchè la memoria di queste persone sia ricordata con l'opera dell'uomo". Il sindaco Sergio Pirozzi, al termine dei funerali solenni delle 231 vittime del sisma che ha distrutto Amatrice, dice di non aver più lacrime per piangere, ma con la voce rotta dall'emozione invita i concittadini a reagire e fa un appello al Paese: "L'Italia, grandissima nella fase dell'emergenza, lo sia anche nella fase della ricostruzione, perché questa gente vuole restare qui".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata