L'ultima testimonianza di Liliana Segre: standing ovation per la senatrice a vita
L'ultima testimonianza di Liliana Segre: standing ovation per la senatrice a vita

Il premier Conte: "Garanzia del mio governo che sua testimonianza si manterrà viva"

Dopo anni passati tra migliaia di giovani e studenti di tutta Italia a raccontare l'orrore di Auschwitz, la senatrice a vita Liliana Segre tiene oggi la sua ultima testimonianza pubblica inaugurando alla Cittadella della Pace, nel borgo di Rondine ad Arezzo, l'Arena di Janine, uno spazio intitolato alla giovane amica che Segre non fece in tempo a salutare prima che venisse condotta nelle camere a gas di Auschwitz e di cui parla sempre nelle sue testimonianze. Segre è stata accolta da una standing ovation e da un lungo applauso.

"Nel mio racconto c'è la pena, la pietà per quella ragazzina che ero e adesso sono la nonna di quella ragazzina. Nel settembre del 1938 - ha detto la senatrice - sono diventata 'l'altra' e c'è tutto un mondo intorno che ti considera diversa. E questa cosa è durata sempre, io sono sempre 'l'altra'. So che le mie amiche, quando parlano di me, dicono sempre 'la mia amica ebrea'. Quando sono diventata l'altra e a 8 anni mi dissero che non potevo più andare a scuola, chiesi perché e ricordo gli sguardi di quelli che mi amavano e mi dovevano dire che ero stata espulsa perché ero ebrea. Una delle cose più crudeli delle leggi razziali fu far sentire dei bambini invisibili. Molti miei compagni non si accorsero nemmeno che il mio banco era vuoto".

All'ultimo incontro pubblico della senatrice a vita, partecipano anche i presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed Elisabetta Alberti Casellati, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il presidente della Cei Gualtiero Bassetti. "Sono qui per ascoltare l'ultima testimonianza pubblica di Liliana Segre - ha detto Conte -. Testimonianza cha ha la funzione di interrogare le nostre coscienze scacciando l'ambiguità per farci assumere scelte nette. Offro la garanzia del mio governo che questa testimonianza si manterrà viva".

"Da Liliana Segre una preziosa testimonianza ai giovani". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha commentato in un messaggio in occasione dell'ultima testimonianza pubblica della senatrice Arezzo, nel quale vivono insieme studenti che provengono da paesi in guerra.
senatrice nel borgo a c

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata