Isis, ex combattente a Giletti: Volevo fare la guerra ma ho sbagliato

Roma, 20 set. (LaPresse) - "Ho combattuto contro i peshmerga per tre o quattro mesi. Sono andato con gli uomini dell'Isis perché volevo fare la guerra. Poi sono stato catturato". A parlare è un militante dell'Isis, catturato dai peshmerga curdi, che racconta per la prima volta la sua storia davanti alle telecamere. Ad intervistarlo Massimo Giletti, che ha realizzato un reportage in Kurdistan. Le immagini sono state trasmesse oggi nel corso del programma 'Aspettando l'Arena', in onda su Rai 1.

"Perché è andato con l'Isis?", chiede Giletti. "C'era un mio amico - risponde l'uomo - che era già andato con loro e mi ha convinto ad arruolarmi. Non l'ho fatto per soldi, ho sbagliato. Pensavo fosse una buona idea, poi ho capito che non era così".

"Che idea ci può essere - domanda Giletti all'ex combattente dell'Isis - in chi taglia le teste?". "Questo io non lo sapevo, quando ero lì - spiega l'uomo - combattevo soltanto". "Io non l'ho mai fatto - continua - ho solo combattuto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata