Isis, arruolatore di foreign fighters estradato in Italia
Si tratta dell 26enne sloveno Rok Zavbi, tratto in arresto il 6 maggio a Lubljana

 È stato estradato alle 11 di questa mattina dalla Slovenia il 26enne cittadino sloveno Rok Zavbi, tratto in arresto il 6 maggio a Lubiana in esecuzione del Mandato d'arresto europeo emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari di Venezia su richiesta della Procura Distrettuale Antiterrorismo di Venezia. Al cittadino sloveno è stato contestato di aver contribuito all'arruolamento di due Foreign Terrorist Fighters macedoni partiti da Belluno e arrivati in Siria per combattere nelle fila dello Stato Islamico.

Si tratta del primo foreign fighter returnee a disposizione dell'Autorità Giudiziaria italiana. Il giovane è stato preso in consegna all'ex valico internazionale di Fernetti da personale del Settore Polizia di Frontiera di Trieste e del ROS dell'Arma dei carabinieri di Padova. Al termine delle attività di Polizia,l'uomo è stato trasferito in un carcere del nord Italia a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Venezia. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata