Isernia, buco da 61 milioni per imprenditore della moda, arrestato

Isernia, 9 gen. (LaPresse) - La guardia di finanza di Isernia ha arrestato un noto imprenditore locale, Tonino Perna, per il reato di bancarotta fraudolenta, con un danno patrimoniale per l'intero gruppo aziendale stimato nell'ordine di oltre 61 milioni di euro. L'uomo era a capo del gruppo "It holding" operante nel settore tessile e ritenuto di assoluta rilevanza nel campo della moda, per aver prodotto capi di abbigliamento con i marchi delle più famose griffe nazionali, quali 'Gianfranco Ferrè', 'Malo', 'Romeo Gigli', 'Just Cavalli', 'Dolce e Gabbana' ed altre. Sono in corso ulteriori attività finalizzate al sequestro preventivo di beni riconducibili all'imprenditore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata