Ior, Lombardi: Nessuna richiesta da Italia ma piena collaborazione

Città del Vaticano, 28 giu. (LaPresse) - La Santa Sede "non ha ancora ricevuto alcuna richiesta sulla questione dalle competenti autorità italiane ma conferma la sua disponibilità a una piena collaborazione". Lo ha detto padre Federico Lombardi commentando gli arresti nell'ambito dell'indagine sullo Ior. "Papa Francesco è stato informato dell'arresto di monsignor Scarano", ha riferito inoltre il direttore della sala stampa vaticana sottolineando che monsignor Scarano "era stato sospeso dal servizio presso l'Apsa da oltre un mese, appena i superiori erano stati informati che era indagato. Ciò in applicazione del regolamento della Curia Romana, che impone la sospensione cautelare per le persone per cui sia stata iniziata un'azione penale". "La competente autorità vaticana, l'Aif - ha concluso Lombardi - segue il problema per prendere, se necessario, le misure appropriate di sua competenza".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata