Intossicazione da monossido di carbonio: morti due giovani e un anziano
Le due giovani vittime trovate senza vita in una casa nel veronese dove stavano trascorrendo le feste. Stessa sorte per un 77enne a Ventimiglia

Tre morti per il monossido di carbonio. Due sono ragazzi tra i 20 e i 25 anni trovati senza vita nella casa dove stavano trascorrendo le feste nel veronese, in località Ca' di Sotto a Ferrara di Monte Baldo. Altre due ragazze sono rimaste intossicatee. Sono intervenuti i vigili del fuoco, il personale del Suem e le forze dell'ordine.

Sarebbe stato un braciere utilizzato dalle due coppie di giovani per riscaldare l'appartamento ad aver rilasciato il gas. le due ragazze intossicate sono state portate inb ospedale in elisoccorso.

Il monossido ha causato la morte di un'altra persona a Ventimiglia. La vittima, un uomo di 77 anni di Torino, si trovava in un appartamento di corso Montecarlo, in frazione Mortola, insieme alla moglie di 69 anni trasferita in camera iperbarica a Genova. I due erano in Riviera anche loro per trascorrere le feste. A trovarli una coppia di amici che aveva la copia delle chiavi dell'appartamento. Quando sono entrati l'uomo era già morto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata