Intercity bloccato 8 ore dalla neve a Forlì

Roma, 1 feb. (LaPresse) - Doveva essere a Cesena alle 13.12 e invece è rimasto fermo otto ore sui binari il treno intercity 615 Bologna-Taranto. E' durata circa 8 ore l'odissea per i passeggeri bloccati nella campagna poco dopo aver superato Forlì, che hanno impiegato il tempo sfogandosi su Twitter. "Da sette ore bloccati nella neve su un Intercity a Forlimpopoli", ha spiegato Massimo Mantellini. "Ragazzi qui è un delirio siamo bloccati da 4 ore", avevo scritto Borlup nel pomeriggio. "Che roba! diffondete dappertutto ci hanno abbandonati senza acqua e ci hanno fatto pagare 4 euro un panino...", è stato il commento di Giovanna Gallo. "Sono pazzi dicono che aprono un varco... E poi ci portano in pullman ma loro dicono che siamo 600 noi diciamo almeno 2000!!!", ha scritto un utente che si firma Muse Comunicazione.

Il problema, hanno spiegato le Ferrovie, è stato causato dalla "impossibilità di captare energia dalla linea elettrica a causa della spessa formazione di ghiaccio attorno al cavo di alimentazione". Sul posto sono intervenuti protezione civile e vigili del fuoco, mentre i tecnici di Rfi hanno ripristinato le condizioni di percorribilità del tratto. "Verificata l'impossibilità di utilizzare il locomotore elettrico di soccorso - spiegano le Fs - da Bologna è stato inviato un locomotore diesel che alle 20.15 circa si è agganciato al convoglio per il successivo trasferimento a Forlì".

Visto che i passeggeri si lamentavano su Twitter, la società ha deciso di far sapere la situazione anche sul social network: "Il soccorso è arrivato l'aggancio è riuscito ora servono i tempi tecnici per traino", hanno scritto attraverso l'utente LeFrecce. Ripartito il treno finalmente verso Forlì (l'annuncio su Twitter alle 21.39) i passeggeri sono stati assistiti in stazione e trasferiti su un altro treno per la prosecuzione del viaggio verso Taranto. Tutto finito? Forse. "Mi è successo lo stesso 2 anni fa", scrive Franziska su Twitter. "Tranquilli, il rimborso non ve lo danno: la causa è indipendente dalla loro volontà!".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata