Installa gps nell'auto dell'ex per pedinarla: un fermo a Pistoia
La polizia ha bloccato e arrestato l'uomo, sequestrandogli il cellulare e il trasmettitore

La tormentava da tempo e dopo varie segnalazioni è stato arrestato dalla polizia stradale di Montecatini Terme (Pistoia) con l'accusa di stalking nei confronti della sua ex. Lui, fisico palestrato, nato 54 anni fa in provincia di Benevento, non riusciva a togliersela dalla mente. Lei, 32 anni, originaria della provincia di Lucca, lo aveva conosciuto in una palestra vicino Pistoia, dove lui era istruttore.


L'uomo non riusciva a darsi pace per quella relazione finita due anni fa, voleva a tutti i costi ricucire il rapporto con lei. Si erano frequentati per alcuni mesi, poi la donna aveva deciso di troncare il legame. Ma lui non si era mai dato per vinto. La tallonava dappertutto, comparendo all'improvviso sotto l'ospedale dove lei lavorava o i negozi ove si recavaper svolgere commissioni. Il copione era sempre lo stesso. L'uomo, in preda alla sua ossessione, la pedinava e molestava, costringendola ad ascoltarlo e a non muoversi. Una volta bloccata, la interrogava per conoscere tutti i suoi movimenti. Un tarlo nella mente, talmente profondo da spingerlo a introdursi in casa della donna a sua insaputa, per aspettarla al rientro.

In una delle sue incursioni, lui si era appropriato del cellulare della ex e delle chiavi di riserva della sua auto. Poi aveva collocato un gps nella vettura, in modo da avere il totale controllo degli spostamenti della donna. Lei, nel frattempo, aveva confidato la situazione ad alcuni conoscenti. Aveva pure portato l'auto dal meccanico, ma da un controllo esterno nulla era emerso. Del caso ha iniziato a occuparsi la polizia stradale di Montecatini Terme. Gli investigatori della Sottosezione autostradale, dopo aver ricomposto il puzzle, erano certi che nell'auto della donna vi fosse un trasmettitore. La loro intuizione si è rivelata vincente. Da un meccanico di fiducia hanno smontato l'auto e all'interno del cruscotto è spuntato il gps, collegato al cellulare dell'uomo. I poliziotti sono passati all'azione. Giovedì scorso hanno pedinato la donna che, dopo essersi fermata con l'auto presso un bar, è stata raggiunta da lui. Lei è rientrata in macchina, ma se l'è visto ripiombare nell'abitacolo in tutta la sua furia.

Gli agenti hanno bloccato e arrestato l'uomo, sequestrandogli il cellulare e il trasmettitore. La Procura della Repubblica di Pistoia  ha convalidato la misura restrittiva e il gip di quel Tribunale ha vietato all'uomo, nel frattempo scarcerato, di comunicare e di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla sua ex, dalla quale dovrà mantenere sempre una distanza di almeno 500 metri. Per lei l'incubo è finito. Ora potrà guardare al futuro con maggiore serenità e ritornare a vivere.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata