Incubo tra Siena e Foligno, donna picchiata e stuprata per giorni dal suo ex
Incubo tra Siena e Foligno, donna picchiata e stuprata per giorni dal suo ex

Si è buttata dall'auto del suo aguzzino per salvarsi. Lui è un trentenne albanese irregolare 

 Stuprata e segregata per giorni. Una storia terribile, giorni di violenza e di paura tra Siena, Foligno e Roma. Una donna italiana, di 28 anni, madre di due figli, è stata costretta con la forza a seguire il suo ex, un albanese M.M. di 30 anni, con precedenti di Polizia, da Siena fino a Foligno. Qui è stata rinchiusa in un appartamento e obbligata per tre lunghi giorni a subire le violenze sessuali del suo aguzzino, irregolare sul territorio italiano, con a carico un ammonimento del Questore di Perugia. Le violenze si sono protratte da mercoledì 31 luglio scorso fino al pomeriggio del venerdì successivo quando, approfittando di un viaggio a Roma, dove era stata costretta a seguire il suo carceriere, la malcapitata, condotta presso il centro outlet di Castel Romano, ha trovato la forza di gettarsi dalla vettura ed è stata subito soccorsa dalle guardie giurate dell'outlet mentre l'uomo fuggiva a bordo della propria vettura. l trentenne, irregolare su territorio italiano, è stato rintracciato grazie ai video di alcune telecamere di sicurezza da cui è stato possibile, tra l'altro, tracciare il numero di targa dell'auto. E' ora in stato di fermo per sequestro di persona, violenza sessuale, minacce e lesioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata