Inizia il lungo ponte del 1 maggio, 4 italiani su 10 in viaggio
1,2 milioni di stranieri e italiani hanno scelto gli agriturismi

Ben quattro italiani su dieci (40%) hanno deciso di mettersi in viaggio nel lungo ponte della Festa dei Lavoratori per andare in vacanza, raggiungere parenti e amici, partecipare a concerti, manifestazioni o semplicemente per fare una gita fuori porta in giornata. È quanto emerge dall'analisi Coldiretti/Ixe' divulgata in occasione del ponte del primo maggio tradizionalmente dedicato alle scampagnate e alle gite fuori porta. Tra gli italiani in viaggio le destinazioni preferite sono nell'ordine il mare (33%) ma anche il verde, tra campagne, parchi e oasi naturali (32%), che batte le città (20%), la montagna (10%) e i laghi (5%). "Il primo maggio rappresenta un appuntamento privilegiato per il turismo ecologico il cui successo è dovuto - spiega la Coldiretti in un comunicato - ai costi contenuti, all'elevato valore educativo e alla pluralità di mete disponibili senza dover percorrere grandi distanze, in un Paese come l'Italia che può contare su ben 871 i parchi e aree naturali protette che coprono il 10 per cento del territorio nazionale".

Per la scelta dell'ospitalità molto gettonati sono gli agriturismi dove sono 1,2 milioni gli italiani e gli stranieri che hanno scelto di sedersi a tavola durante il lungo ponte per cogliere l'opportunità di trascorrere una giornata lontano dalle città e godersi il risveglio primaverile della natura, secondo Campagna Amica. "Molte delle 23mila aziende agrituristiche presenti in Italia - conclude la Coldiretti - si sono attrezzate con l'offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia, ricorrendo eventualmente solo all'acquisto dei prodotti aziendali di Campagna Amica". 
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata