Influenza, farmacisti: Quota vaccini inadeguata, manca oltre 1 milione di dosi

Torino, 14 set. (LaPresse) - "La decisione di destinare alla distribuzione in farmacia solo l'1,5% dei vaccini antinfluenzali acquisiti dalle Regioni non garantisce una risposta adeguata ai bisogni della popolazione attiva: appare del tutto insufficiente rendere disponibili solo 250.000 dosi a fronte di un fabbisogno stimato tra 1,2 e 1,5 milioni di dosi. A questo proposito, come scrive il ministero della Salute nel documento proposto alla Conferenza Stato-Regioni e da questa approvato, 'è da tener conto, anche, che l'indisponibilità di vaccini in vendita nelle farmacie per le persone che desiderano evitare la malattia influenzale e che non appartengono a categorie a rischio potrebbe indurre allarme sociale e vanificare gli sforzi di sensibilizzare la popolazione sull'importanza della vaccinazione quale strumento efficace di prevenzione, lanciando un messaggio contradditorio'. A fronte di questa affermazione, stupisce che la Conferenza Stato-Regioni abbia deciso di destinare alle farmacie una quota minima pari solo all'1,5% delle dosi totali, ben lontana da quella auspicata nello stesso documento". Lo scrivono in una nota Fofi, Federfarma e Assofarm.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata