Imperia, viaggi personali con l'auto dell'istituto: arrestata preside di ritorno dalla Francia

L'accusa è di peculato. La donna è a capo anche di due plessi scolastici a Sanremo

La preside dell'istituto scolastico Ipsia Marconi di Imperia è stata arrestata dai carabinieri con l'accusa di peculato. Secondo quanto ricostruito dai militari nel corso dell'indagine la donna, Anna Rita Zappulla di 62 anni nata a Marsala in provincia di Trapani e preside anche di altri due plessi scolastici a Sanremo, avrebbe usato l'auto di servizio della scuola a fini personali. È stata fermata al rientro della Francia proprio a bordo del veicolo, e portata nel carcere Pontedecimo a Genova.

La preside è finita in manette sabato pomeriggio: l'accusa è di peculato e rischia fino a 10 anni di carcere. L'indagine, avviata a inizio marzo, è stata coordinata dal procuratore aggiunto Imperia Grazia Pradella. La dirigente scolastica avrebbe fatto uso improprio della vettura di proprietà della scuola di cui reggeva la dirigenza, utilizzandola non solo nell'ambito della provincia imperiese, ma recandosi anche fuori regione e addirittura oltre confine. La professoressa è stata fermata verso le 18.30 di ieri mentre, a bordo del veicolo, rientrava dalla vicina Francia dove si era recata, senza alcuna motivazione riconducibile all'attività lavorativa svolta. La donna ha cercato invano di giustificarsi. Il controllo è stato svolto in collaborazione con i carabinieri di Ventimiglia in prossimità del confine di stato. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata