Imperia, due fermi per l'omicidio di Sanremo

Imperia, 3 ago. (LaPresse) - La polizia, con un'indagine lampo, ha risolto l'omicidio di Luciano Amoretti, il cui cadavere è stato trovato nel suo domicilio di Sanremo (IM) ieri mattina. Dopo i sopralluoghi e rilievi tecnici della polizia scientifica nell'appartamento di corso Garibaldi, dove Luciano Amoretti era stato ucciso la sera precedente, la serrata attività investigativa condotta dai poliziotti della Squadra mobile e dal commissariato di Sanremo ha comportato l'analisi di traffici telefonici delle celle, la ricerca e visone di numerose telecamere private, oltre a quelle comunali, la verifica di tutti i veicoli transitati nelle vie di accesso alla città. Tale quadro ha consentito all'autorità giudiziaria di emettere due provvedimenti di fermo di indiziato di delitto nei confronti del presunto autore materiale dell'omicidio e di un altro soggetto – entrambi residenti nella provincia di Asti - la cui posizione e le relative responsabilità sono al vaglio della Procura. I provvedimenti di fermo sono stati eseguiti nella notte con la collaborazione della Squadra mobile di Asti. Il presunto autore materiale del delitto, consapevole del quadro probatorio ormai raccolto nei suoi confronti, rimarca la polizia, ha già ammesso le proprie responsabilità fornendo indicazioni che hanno consentito di recuperare l'arma utilizzata per il delitto, oltre ad altro materiale di interesse probatorio, tra cui alcuni effetti personali presi alla vittima.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata