Immigrazione, prima notte di Ramadan sulla scogliera di Ventimiglia

Ventimiglia (Imperia), 18 giu. (LaPresse) - Prima notte di Ramadan per i circa 100 migranti che ancora sono accampati sulla scogliera della zona di Ponte San Ludovico, alla frontiera tra Italia e Francia. Ridotta la presenza della Croce Rossa, visto che fino a dopo il tramonto i migranti non potranno mangiare nè bere. Come tutte le notte in molti prima dell'alba hanno abbandonato la zona della scogliera cercando di raggiungere Ventimiglia e di attraversare il confine con i treni con i treni o con i passeur, ovvero che coloro che facendosi offrire tra i 50 e i 100 euro li nascondono dentro i bagagliai della loro automobile.

La presenza delle forze dell'ordine è molto limitata questa mattina e si è fortemente ridotta rispetto ai giorni scorsi. In forze invece il dispositivo della gendarmerie francese. In molti, in questi minuti, pregano sugli scogli rivolti verso la Mecca. La giornata prevede oggi, a Ventimiglia, l'apertura della nuova struttura organizzata dal comune in un edificio delle Fs che ospitava il dopolavoro ferroviario. Lì saranno ospitati 70 tra donne e bambini e avranno a disposizione bagni, docce e letti e potranno così lasciare i saloni fatiscenti dove finora si sono accampati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata