Imane Fadil, procuratore: "Nel suo sangue valori anomali"

Dagli esami del sangue di Imane Fadil sono emerse "tracce di sostanze particolari. Vorrei smentire la chiacchiera che è uscita sui giornali dice che i metalli nel sangue della ragazza siano piuttosto bassi. Anche questo non è vero perché l'antimonio nel suo sangue, già lavato da diverse trasfusioni, ha dato il risultato di 3 e invece il range della tollerabilità è fino allo 0,2 e 0,22. Anche il cadmio urinario è stato rilevato al livello di 7, mentre la normalità è fino allo 0,3". Lo ha detto il procuratore di Milano Francesco Greco nel corso di un incontro con la stampa in Procura a Milano.