Ilva, il sindaco di Taranto diserta il tavolo
Si alza la tensione sul fronte Ilva. Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, non parteciperà al vertice convocato dal ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio. Il primo cittadino contesta la scelta di estendere la partecipazione a 62 sigle, tra comitati e associazioni, alcune minoritarie e poco rappresentative e accusa il vicepremier di "dilettantismo spaccone". "Non è un club privato, tutti hanno il diritto di partecipare", la replica di Di Maio. Al tavolo Arcelor Mittal, che ha vinto la gara per acquisire l'acciaieria, presenterà la sua nuova proposta.