Il pentito: 'Ndrangheta vendette i biglietti della Juventus
Parla il pentito Massimo Ungaro nel processo sull'omicidio dell'ex procuratore di Torino Bruno Caccia

Spunta anche un capitolo sui biglietti della finale di Champions del 2015 Juve-Barcellona nel processo sull'omicidio dell'ex procuratore di Torino Bruno Caccia. A parlare della vicenda è stato il pentito Massimo Ungaro, che ha testimoniato al processo milanese a carico di Rocco Schirripa, ritenuto dai pm l'esecutore materiale del delitto. Per Ungaro il presunto boss della 'ndrangheta Cosimo Crea "si occupo' del bagarinaggio dei biglietti della finale di Champions del 2015 Juve-Barcellona e coi soldi illeciti che fece diede anche 2 mila euro a Placido Barresi", cognato del boss Domenico Belfiore, già condannato all'ergastolo come mandante del delitto Caccia e uscito dal carcere per problemi di salute.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata