Il caldo è agli sgoccioli, da domani arriva il freddo
Si profila il rischio di forti temporali al Centrosud

"Tra oggi e domani le correnti più fredde al seguito della perturbazione in scivolamento sui Balcani porteranno una sensibile diminuzione delle temperature in tutta l'Italia, più marcata al Centrosud; il clima quindi risulterà decisamente più fresco rispetto ai giorni scorsi, con temperature che da valori diffusamente sopra le medie del periodo si porteranno anche al di sotto della norma in molte regioni, specie al Nordest e sul versante adriatico. Inoltre- affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo- tra giovedì e venerdì si conferma una fase di maltempo che coinvolgerà gran parte dell'Italia centro-meridionale. I dettagli di questo peggioramento non sono ancora ben delineati dai modelli matematici, ma con i dati attuali si  profila il rischio di forti temporali al Centrosud".

PREVISIONI MARTEDÌ. Martedì giornata in prevalenza soleggiata al Nord, sul medio Adriatico, in Toscana, Umbria e isole maggiori; più nubi nel resto dell'Italia, con piogge sparse al mattino in Puglia, nel pomeriggio su  Lazio meridionale, Campania e alta Calabria. In serata piogge e rovesci insistono in Calabria. Temperature massime in calo quasi ovunque, anche di 4/6 gradi nelle valli alpine e sul versante adriatico del Centrosud.   Venti per lo più deboli, da stasera in intensificazione da nord sul medio e basso adriatico.

PREVISIONI MERCOLEDÌ. Mercoledì al Nord nubi in aumento fin dal mattino sulle pianure del Nordest, in estensione graduale al resto del Paese nel corso del giorno. Al mattino qualche pioggia occasionale sul Veneto, verso sera possibili piogge su Appennino settentrionale, Romagna e Liguria centrale.  Al Centro tempo abbastanza soleggiato specialmente su Umbria, Toscana e alto Lazio con piogge occasionali  nel Lazio centro-meridionale. Al Sud e nelle Isole nuvolosità variabile e irregolare con schiarite anche ampie in Sardegna e in gran parte del Sud; qualche pioggia isolata possibile nell'est della Sicilia.  Venti moderati orientali sulla Pianura Padana, moderati settentrionali in Puglia, sullo Ionio e sul Medio Adriatico. Temperature in diminuzione quasi dappertutto in particolare nei valori massimi al Nordest. Previsti nel pomeriggio 15°C a Treviso (mercoledì scorso nella città veneta la massima era di 25°C), 16°C a Venezia e Udine, 17°C a Verona, 18°C ad Ancona e Brescia, 19°C a Bari 21°C a Torino, 22°C a Milano, Firenze e Roma, 23°C a Catania e Alghero.

Clima piuttosto freddo all'alba con valori minimi anche sotto i 10°C in alcuni settori del Centronord (7°C  Trento, 8°C previsti a Cuneo, Piacenza, Bolzano e Rieti, 9°C a Udine, Torino e Novara, 11°C a Milano, Bologna e Pisa).

TENDENZA PROSSIMI GIORNI. Tra giovedì e venerdì probabile peggioramento anche intenso in particolare  sulle regioni centro-meridionali. Giovedì nuvolosità in aumento su tutto il Paese, al mattino ancora senza precipitazioni di rilievo poi nel corso del pomeriggio aumenta la probabilità di piogge al Centro, specialmente in Toscana, alto Lazio e nel nord della Sardegna. Dalla sera le piogge si intensificheranno sulle regioni centrali fino alla Campania, con fenomeni che potrebbero risultare più intensi sulla fascia tirrenica. Nel fine settimana non assisteremo a una rimonta dell'alta pressione e il tempo sarà dunque ancora molto variabile con altre occasioni per precipitazioni.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata