Guida Ferrari ubriaco in città: fermato 29enne a Modena
L'uomo aveva un tasso alcolemico quattro volte superiore al valore consentito

Era ubriaco e guidava spericolato una Ferrari rosso fiammante a Modena. È stato fermato alle 5.30 del mattino un cittadino libico, residente a Reggio Emilia, risultato positivo all'alcol test, con un valore quattro volte superiore al consentito (che è pari a 0,5). La polizia municipale non ha potuto sequestrare l'auto perché non era di proprietà del conducente. Dagli accertamenti è anche risultato che la patente di guida rilasciata nel Paese d'origine e mostrata agli agenti era falsa, con ogni probabilità una fotocopia.

L'uomo, di 29 anni, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e utilizzo di atto falso. Per la guida in stato di ebbrezza gli è stata ritirata la patente ai fini della sospensione e i vigili hanno proceduto al fermo cautelare per un mese del veicolo che però non è stato posto sotto sequestro perché di proprietà non del conducente. Per l'alto tasso alcolemico, l'uomo, oltre alla sanzione amministrativa, rischia la sospensione della patente fino a due anni e una sanzione penale che, tramutata nell'oblazione di una somma pecuniaria, potrebbe arrivare a parecchie decine di migliaia di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata