Guerra del latte: allevatori sabato in piazza a Udine
Gli allevatori della Coldiretti in corteo per difendere il made in Italy

Ad un anno dalla fine delle quote torna la guerra del latte con migliaia di allevatori della Coldiretti che con trattori e mucche al seguito, lasciano le campagne per difendere il lavoro, gli animali, le stalle, i prati ed i pascoli custoditi da generazioni.

"Di fronte ad una crisi senza precedenti - fa sapere la Coldiretti - gli allevatori italiani si sono dati appuntamento sabato 2 aprile 2016, dalle 9 di mattina in Via Trento 4, di fronte al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, a Udine, che è la porta di ingresso in Italia di centinaia di milioni di chili di latte stranieri, anche come trasformati e semilavorati industriali, che vengono spacciati con l'inganno come made in Italy".

Ci sarà anche la pronipote della mucca 'Onestina', simbolo della battaglia per il made in Italy degli allevatori che "chiedono di continuare a mungere con un prezzo giusto ed onesto". Con gli allevatori il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo e l'intera giunta nazionale.

Nell'occasione sarà presentato il Dossier 'Quote latte, un anno dopo' che fotografa la difficile situazione della fattoria Italia e - aggiunge Coldiretti - "saranno anche smascherati gli inganni di cagliate e polveri che passano i confini per diventare mozzarelle e formaggi italiani e offerti consigli per acquisti consapevoli".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata