Danilo Toninelli
La Tav, il Dna di Ronaldo e le cantate per Faber, gli eventi da non perdere di venerdì 11 gennaio

LaPresse e upday presentano gli eventi da non  perdere di venerdì 11 gennaio 2019

Tav - L'analisi costi-benefici sulla Tav dovrebbe essere negativa, ma la cosa, invece di far contenti i M5S, li preoccupa perché apre un altro fronte di dissenso con la Lega alleata di governo. I leghisti piemontesi, infatti, sono per fare l'opera e domani saranno in piazza alla manifestazione "Sì Tav". E tutto il movimento favorevole all'opera chiede che le procedure vegano velocizzate e si arrivi a una decisione. Oggi, infatti, l'analisi costi-benefici è all'attenzione della struttura tecnica del Ministero, poi ci sarà il confronto con la Ue e con i partner francesi, infine il dibattito e la decisione della maggioranza. Toninelli assicura che subito dopo (presto) l'analisi verrà resa nota. Ma il presidente della Regione Piemonte Chiamparino si muove ormai apertamente per il referendum che potrebbe coinvolgere tutto il Nord dalla Liguria, al Friuli.  Appendino e Toninelli parlano di "mossa elettorale". Il  ministro dice: "Il referendum è uno splendido strumento, ma è inutile parlare prima di aver studiato tutti gli aspetti e l'analisi". Chiamparino va avanti: "Non hanno più alibi. Hanno i dati tecnici. Adesso devono decidere". E si fa vivo anche Beppe Grillo: "Gli esperti ci diranno se conviene farla o no".

Il Dna di Ronaldo - Già oggi gli avvocati di Cristiano Ronaldo potrebbero accontentare la richiesta della polizia di Las Vegas che ha chiesto il Dna di CR7 per confrontarlo con le tracce organiche sul vestito di Kathryn Mayonga la donna che accusa Ronaldo di averla stuprata in un albergo a Las Vegas nell'estate del 2009. La cosa sembra grave ma, in realtà, la richiesta è poco più di una routine. Gli avvocati di CR7 hanno fatto sapere che Ronaldo sul Dna sarà assolutamente collaborativo. Il campione, d'altra parte, non nega che il rapporto ci sia stato, ma afferma che sia stato consenziente. D'altra parte il Dna è l'unico modo per avere la certezza che il rapporto ci sia stato. Poi Ronaldo dovrà spiegare perché abbia pagato 375 mila euro il silenzio della ragazza e lei dovrà convincere gli inquirenti del perché si è svegliata solo l'anno scorso.

Reddito di cittadinanza e Quota 100- Il Consiglio dei Ministri di ieri non ce l'ha fatta. Reddito di cittadinanza e Quota 100 per le pensioni sono ancora in alto mare. Motivo? I tecnici avevano bisogno di qualche giorno. Salvini minimizza:  "Preferisco usare alcuni giorni in più e non fare errori. Non devo per forza approvarlo venerdì, se posso farlo mercoledì e farlo meglio". Quindi neanche oggi sarà il giorno del varo del provvedimento più atteso del governo gialloverde. E Salvini spende qualche buona parola per il reddito che è il punto che gli interessa meno: "Il principio del reddito di cittadinanza mi piace. Non si possono avere milioni di 'ultimi' se non vogliamo trovarci le barricate in piazza come in Francia. Spero che parta il prima possibile". Ci vorrà, dunque, ancora una settimana. Molti erano già pronti con la domanda. Per ora, la tensione è bassa, ma i tempi stringono e le idee di merito non sono chiarissime.

La cantata per De André - Una "cantata" un po' anarchica in piazza per ricordare il grande Fabrizio De André in occasione dei vent'anni dalla morte (11 gennaio 1999). Si canterà e si suonerà con chitarre, fisarmoniche, flauti, violini, cajon, djembè, mandolini, bouzouki, kazoo.e quant'altro a Milano (piazza del Duomo), Roma (terrazza del Pincio), Torino (Piazzetta Reale), Bologna (Piazza Maggiore) e Parigi (Ile de la Cite). Chi sa suonare suonerà e tutti canteranno con la voce o col cuore. Chi vorrà porterà da bere e da mangiare. A Genova, un po' di più: a Palazzo Ducale col Coro dei Quattro Canti, Dori Ghezzi, Cristiano De André, Gino Paoli, Neri Marcoré, Fabio Fazio, Morgan, Antonio Ricci, Luca Bizzarri, Andrea Pagani. Tutti per ricordare il grande Faber e scaldarsi l'anima con la sua musica.

Calciomercato - E' ufficiale per Aaron Ramsey alla Juve nella prossima stagione. The Guardian fa sapere che la trattativa con l'Arsenal è conclusa: a 28 anni sarà il secondo giocatore più pagato in bianconero dopo CR7. Il PSG tenta l'assalto decisivo al forte centrocampista del Napoli Allan. L'offerta potrebbe essere molto alettante, ma oggi, tutto il gruppo dirigente del Napoli si riunisce (Ancelotti in testa) per provare a respingere l'assalto e convincere il brasiliano a restare. Ed è l'anno del ritorno in Italia degli ex giocatori della Samp: dopo Viviano, Muriel, Soriano e Okaka, tocca a Manolo Gabbiadini che, a 27 anni,torna addirittura in blucerchiato (per 13 milioni) dopo un lungo e poco fruttuoso giro tra Napoli e Southampton. Il Milan rischia di perdere in un colpo solo Higuain (Chelsea) e Kessie (Tottenham) oltre che Calhanoglu (Lipsia). Se dovessero partire tutti, Gattuso si troverebbe una squadra rivoluzionata. La Roma è su Herrera (Porto), il Cagliari ha ceduto Dessena al Brescia e il Crotone ha preso Tripaldelli dal Sassuolo. A Madrid, a proposito di ritorni, potrebbe tornare Mourinho. Lo Special one ha incassato 13 milioni di liquidazione dal Manutd ed è pronto per nuove (o vecchie) panchine.

.

 

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata