Manovra, Pd, e no alla violenza sulle donne, gli eventi da non perdere di giovedì 22 novembre

LaPresse e upday presentano gli eventi da non perdere di giovedì 22 novembre 2018

Manovra - Alle 17, alla Camera, il premier Giuseppe Conte terrà un'informativa urgente sulla manovra di bilancio 2019. Come si sa, la Commissione Ue ha bocciato il bilancio dell'Italia che ha rotto le regole Ue e ora partirà una procedura d'infrazione. Le prime reazioni di Conte e Tria sono state prudenti: difesa della manovra, ma anche apertura al dialogo. Salvini ha fatto il duro e ha parlato di "letterine di Babbo Natale" ma poi ha aggiunto che bisogna confrontarsi. Anche Di Maio ha parlato di obiettivo comune: ridurre il debito. I mercati hanno tenuto bene (ok Borsa e Spread, male l'asta dei Btp italiani). Il fatto è che tutta Europa (sovranisti compresi) ce l'ha con l'Italia per questa manovra. Conte dovrà spiegare alla Camera come intende procedere. Per la cronaca, la manovra greca è stata approvata a pieni voti.

Non è normale che sia normale - Lo sentiremo ripetere spesso, in questi giorni. Almeno fino a domenica 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. E' uno slogan che ci ricorda che non è normale che sedicenti uomini picchino, stuprino, feriscano o uccidono donne che, a volte, sono loro compagne, mogli o figlie e, a volte amiche, conoscenti o sconosciute. Il tema c'è tutto. Le donne uccise in Italia nei primi 10 mesi del 2018 sono state 94 (32 femminicidi veri e propri) in lievissimo calo sui 97 dell'anno scorso. Calano lievemente i reati "spia": maltrattamenti in famiglia, stalking, percosse, violenze sessuali, ma c'è bisogno di ricordare a tutti la gravità della questione. Domenica lo farà anche il calcio. Con un segno rosso sul viso.

Martina si candida - Nel Pd arriva il terzo candidato alla segreteria. Maurizio Martina, che ha retto le sorti del partito dalle dimissioni di Renzi per otto mesi, scioglierà oggi la sua riserva e annuncerà che correrà con Nicola Zingaretti e Marco Minniti per la poltrona di leader. Tra quelli che lo sostengono, ci sono Graziano Del Rio (ex ministro dei Trasporti dei governi Renzi e Gentiloni) e Tommaso Nannicini (della sinistra). Martina ha fatto capire che la sua candidatura ha anche il senso di evitare una contrapposizione tra renziani e antirenziani. C'è da rilanciare un partito fermo al 17/18 per cento e, per certi aspetti agonizzante ma che avrebbe anche spazio e occasioni nelle evidenti contraddizioni del Paese.

Dl Anticorruzione - Ricomincia questa mattina in aula a Montecitorio la discussione sul Dl Anticorruzione. Oggi è previsto il voto. Lega e M5S si sono messi d'accordo dopo lo scontro sull'emendamento che praticamente cancellava il reato di peculato derubricandolo a abuso d'ufficio purché la persona implicata (che ha usato del denaro pubblico in modo improprio) abbia titolo a maneggiarlo. L'accordo è che ci sarà una terza lettura al Senato e che il provvedimento verrà modificato con l'impegno ad approvarlo entro la fine dell'anno. Ma veleni e sospetti non sono del tutto spariti.

Il cittadino e l'algoritmo - Si riuniscono, questa mattina a Roma (Unioncamere) le maggiori authority italiane per discutere sul tema "Il cittadino nell'era dell'algoritmo". Sono sette le Authority presenti: Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, Garante per la Protezione dei Dati Personali, Garanzie nelle Comunicazioni, Garante della Concorrenza e del Mercato, Consob, Tutela dei clienti e antiriciclaggio Banca d’Italia, Regolazione dei Trasporti. Le authority devono garantire regole, certezze, privacy o libertà e regole dei mercati. La questione degli algoritmi che, in tanti aspetti della nostra vita, ci governano, è seria. Bene che ci siano, male se prendono il sopravvento sull'uomo.

Giornata mondiale della filosofia - Ricordiamoci che oggi è la Giornata mondiale della Filosofia (istituita dall'Unseco nel 2002). Se le cose appena elencate ci preoccupano e ci mettono ansia, la filosofia dovrebbe aiutarci a capire chi siamo, da dove veniamo e come, in fondo, le pene e i dolori della nostra vita personale e sociale, sono sempre affrontabili. Anche con... un po' di filosofia, appunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata