Torna il maltempo, sì al decreto Genova nel giorno dei vegani, gli eventi da non perdere di giovedì 1 novembre

LaPresse e upday presentano gli eventi da non perdere di giovedì 1 novembre 2018

Torna l'allarme rosso - Dopo cicloni e nubifragi che hanno squassato mezza Italia, dopo gli tsunami che hanno spazzato le coste liguri, dopo tredici morti sparsi un po' in tutto il Paese e dopo 36 ore di tregua, il maltempo torna a farsi sentire. E oggi è allerta rossa in Veneto e arancione e gialla in Toscana, Campania, Lazio, Piemonte. Si temono forti piogge anche se, questa volta, il vento dovrebbe calare d'intensità. Nel Lazio dichiarato lo stato di calamità naturale.

Decreto Genova - All'una di notte del giorno di Ognissanti, la Camera ha approvato (284 sì e 67 no, 41 astenuti) la conversione in leggedel decreto per Genova (n.109 del 28 settembre 2018). Molte le modifiche e dura la battaglia in aula. Il Pd ha accusato il governo di aver introdotto nel decreto per la tragedia del ponte Morandi un vero e proprio condono per gli abusi edilizi di Ischia. Tutti d'accordo, invece, dopo molte modifiche per la parte su Genova che stanzia 360 milioni per la ricostruzione (ma pagherà Aspi) e altri 230 per sfollati logistica, imprese ecc. Ora si passa al Senato e sarà ancora battaglia.

Mondo vegano - Si celebra oggi la Giornata mondiale vegana che ricorda la nascita della Vegan Society, fondata nel 1944 da Donald Watson. La filosofia vegana è molto più di uno stile alimentare e rifiuta l'utilizzo e il contributo degli animali nell'alimentazione, ma anche nell'abbigliamento e in ogni altra attività umana. L'idea vegana è anche un'idea di non violenza, di rispetto della diversità e del rifiuto del dominio dei forti sui deboli: “Gli animali sono vittime innocenti della visione del mondo che asserisce che alcune vite sono più importanti di altre – ha scritto Steven Simmons – e che i potenti hanno il diritto di sfruttare i deboli".

Trump: tour elettorale contro i migranti - Donald Trump parte per il tour elettorale per le elezioni di mid term (11 comizi in otto stati) e minaccia di dispiegare 15mila soldati ai confini col Messico contro i migranti. E' la fotografia del voto (martedì 6 novembre) per il rinnovo dell'intera Camera (435 seggi) e di un terzo del Senato (35 su 100) più alcuni governatori, che vede il presidente in difficoltà. I sondaggi danno i vantaggio i democratici che potrebbero prendere il controllo di uno dei due rami del Congresso. Trump reagisce come sa: parla alla pancia del popolo Gop e indica il nemico nei migranti messicani.

Mostre d'Arte per il Ponte - Giorni di festa e un po' di tempo a disposizione per visitare alcune delle grandi mostre d'arte in corso in diverse città. Oggi a Napoli (Palazzo delle Arti) apre una retrospettiva del grande Escher con oltre 200 opere. A Venezia (Palazzo Ducale) è in corso, fino a gennaio, la grande rassegna sul giovane Tintoretto. A Roma (Vittoriano) in contemporanea, Pollock e la Scuola di New York e Andy Warhol. A Milano (Palazzo Reale) Picasso e il Mito e, al Mudec, Paul Klee. Ad Asti (Palazzo Mazzetti) c'è Chagall.

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata