Giutizia, Davigo costretto a interrompersi, avvocati urlano 'vergogna'

Milano, 1 feb. (LaPresse) - Un gruppo di avvocati milanesi ha scandito "vergogna, vergogna", interrompendo la relazione del consigliere togato del Csm Piercamillo Davigo in occasione dell'anno giudiziario. A riportare l'ordine nell'aula magna del Tribunale di Milano è stata la presidente Marina Tavassi, che ha invitato i presenti a fare silenzio o uscire dall'aula.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata