Giuliano Soria: Mi sono sempre fidato di tutti ma erano solo invidiosi

Torino, 23 mar. (LaPresse) - "Il mio errore? Non mi sono guardato alle spalle. Mi sono sempre fidato di tutti". Giuliano Soria, condannato ieri a 14 anni 6 mesi per lo scandalo del premio letterario Grinzane Cavour, riassume così l'esito del processo intervistato da 'Repubblica'. Sui rapporti con la politica, che spesso avallò o chiuse più di un occhio sulle spese pazze del patron, Soria è sprezzante: "Seneca diceva di non preoccuparsi per amore e gelosia, perché passano. A differenza dell'invidia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata