Roma, giornalisti de L'Espresso aggrediti: denunciati due militanti di estrema destra

Si tratta di Giuliano Castellino (Fn) e Vincenzo Vito Antonio Nardulli. La procura di Roma indaga sull'aggressione a Federico Marconi e al fotografo Paolo Marchetti durante la cerimonia di commemorazione della strage di Acca Larentia al Verano

Due militanti di estrema destra sono stati denunciati in merito all'aggressione subita da due cronisti de L'Espresso, il giornalista Federico Marconi e il fotografo Paolo Marchetti, durante la commemorazione delle morti di Acca Larentia, lunedì a Roma. È quanto si apprende dalla questura di Roma, secondo la quale i due denunciati sono Giuliano Castellino e Vincenzo Vito Antonio Nardulli per i fatti avvenuti durante una cerimonia organizzata da Forza Nuova e Avanguardia Nazionale presso il mausoleo dei martiri fascisti del cimitero del Verano.

La questura comunica di aver accertato le responsabilità di Castellino e Nardelli, i quali nella mattinata sono stati sottoposti a perquisizione domiciliare e denunciati all'autorità giudiziaria per i reati di minaccia, lesioni personali e violenza privata, mentre proseguono le indagini per identificare altri partecipanti all'aggressione.
Castellino, inoltre, è stato denunciato per la violazione della sorveglianza speciale della polizia alla quale è attualmente sottoposto.

Sulla vicenda la procura di Roma ha aperto un fascicolo e le indagini vengono coordinate dal procuratore aggiunto Francesco Caporale. Durante la manifestazione di lunedì al Cimitero Monumentale del Verano, il personale della Digos e del Commissariato San Lorenzo ha notato otto persone, tra le quali Castellino e Nardulli, che discutevano animatamente con Federico Marconi e Paolo Marchetti poiché stavano riprendendo le fasi della cerimonia. I due cronisti hanno dichiarato in un primo momento di non aver subito aggressioni, ma in serata hanno denunciato quanto avvenuto e uno dei due è stato refertato con tre giorni di prognosi per alcune contusioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata