Giornale radio del pomeriggio - 11 aprile

Le ultime notizie da LaPresse

Bentrovati all’appuntamento con l’informazione In apertura i dati nella quotidiana conferenza stampa della Protezione Civile. Sfondata quota 100mila contagi, sono 100269 secondo quanto dichiarato dal capo della protezione civile Borrelli. Sono 1996 i nuovi positivi rispetto a ieri. Prosegue il calo della pressione sulle strutture ospedaliere con 116 persone in meno nelle terapie intensive mentre per quanto riguarda i pazienti ricoverati con sintomi sono 98 in meno. I decessi registrati nelle ultime 24 ore sono 619 nuovi mentre continua a crescere il numero dei guariti 2079 in più rispetto a ieri. Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall'inizio dell'epidemia è 152.271.

Poco prima ha parlato anche Gallera, l’assessore al Welfare della regione Lombardia, la regione più colpita dall’emergenza sanitaria. "Non è ancora finita ma il virus è meno letale", ha detto Gallera. Nelle ultime 24 ore sono 273 i nuovi decessi con una crescita di 1544 casi rispetto a ieri. Librerie e cartolerie resteranno chiuse in Lombardia. A stabilirlo è un’ordinanza del presidente della Regione, Attilio Fontana, che contrasta con la riapertura decisa dal governo.

Indagine sulle morti sospette nelle Rsa, indagato il direttore generale del Pio Albergo Trivulzio, Giuseppe Calicchio la Procura di Milano ipotizza omicidio colposo. Tre indagati anche all'istituto milanese Don Gnocchi È scontro aperto tra Conte e le opposizioni all’indomani del discorso in cui il premier ha annunciato il prolungamento delle restrizioni fino al 3 maggio e ha colto l’occasione per attaccare frontalmente Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Il leader della Lega ha chiamato Mattarella esprimendo "rammarico e indignazione" per le parole di Conte e dichiarando di aver messo una "pietra tombale sul dialogo". In difesa i Cinque Stelle che affermano: "Conte ha detto solo la verità".