Gentiloni: "Violenze fuori da valori costituzionali"
Gentiloni parlando da Macerata commenta il clima d'odio e le violenze che stanno avvelenando la campagna elettorale: "Sono fuori dai nostri valori costituzionali", chiarisce il premier dopo l'aggressione a Palermo del segretario provinciale di Forza Nuova Massimiliano Ursino e l'accoltellamento a Perugia di un militante di Potere al Popolo. Parole di condanna anche dal centrodestra: "Lo Stato faccia sentire la sua autorità senza tentennamenti", dichiara la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. E intanto il ministro dell'Interno Marco Minnitifa sapere che non vieterà la manifestazioni di sabato a Roma e a Palermo