Genova, sequestrato asino Pin Pon: conteso fra proprietario e animalisti

Genova, 14 ago. (LaPresse) - Resta in Italia l'asinello Pin Pon, al centro di una lunga diatriba tra l'anziano proprietario e un gruppo di animalisti toscani. L'animale è stato fermato oggi da un pattuglia della polizia stradale di Genova mentre, a bordo di un autocarro insieme al suo padrone, stava tornando in Francia ad Arles. La storia giudiziaria di Pin Pon, asino di 14 anni, comincia a giugno quando viene notato con la schiena ricurva di vettovaglie da un gruppo di animalisti in una pineta vicino a Viareggio.

Il padrone, un 72enne francese, ha spiegato di essere in viaggio da Santiago di Compostela a Roma. Gli animalisti lo denunciano e la polizia municipale di Viareggio sequestra l'animale affidandolo a privati. Dopo circa un mese il padrone ottiene il dissequestro e organizza il rientro in Francia. Gli animalisti però si rivolgono nuovamente al giudice e ottengono una nuova ordinanza di sequestro.

Così oggi il furgone con a bordo Pin Pon viene fermato sull'A12 all'altezza di Chiavari da una pattuglia e l'asinello è stato affidato ad un'associazione animalista di Torre del Lago in provincia di Lucca.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata