Genova, vasto incendio sulle alture di Cogoleto: 47 sfollati, scuole chiuse

Sul posto i vigili del fuoco e i volontari. Il governatore Toti: "Si parla di circa 12 ettari di terreno andati a fuoco". Origine dolosa. Il Viminale: "E' sotto controllo"

Un vasto incendio, alimentato da forti raffiche di vento, sta bruciando le alture di Cogoleto, a ponente di Genova. Sul posto i vigili del fuoco e i volontari. Sono in funzione canadair e almeno 47 persone sono state evacuate. Le scuole oggi resteranno chiuse come confermato dal Comune di Cogoleto. Poco dopo le 11,30, il Viminale ha fatto sapere che "la situazione è sotto controllo". Salvini ha ringraziato i 60 uomini che hanno lavorato tutta la notte per spegnere il fuoco. L'incendio, secondo esperti e inquirenti, ha quasi certamente origini dolose anche se è stato favorito e aiutato dal vnto.

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l'assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone dalle 10 faranno il punto della situazione al Coc, il Centro operativo comunale di Cogoleto. "In questo momento - dichiara il presidente Toti - stiamo ancora lavorando per domare le fiamme. È intervenuto un secondo Canadair ed è presente sul posto l'elicottero regionale. Da stanotte la Sala operativa della Protezione civile regionale è aperta e sta seguendo le operazioni di spegnimento che hanno visto la partecipazione di 60 unità tra Vigili del Fuoco e volontari dell'antincendio boschivo. Si parla di circa 12 ettari di terreno andati a fuoco questa notte, la situazione sta migliorando e l'autostrada è stata riaperta in un senso di marcia verso Savona, persistono ancora le fiamme". 

"Questo vento - ha detto ancora Toti - che sta tornando a soffiare impetuoso ci preoccupa: potrebbe alimentare alcuni focolai di incendio", ha aggiunto. "I due canadair decollati da stamattina sono al lavoro e l'elicottero di Eli Regione continua con quel secchio che ha sotto a concentrare l'acqua sui focolai ancora accesi. I vigili del fuoco e i volontari bonificano tutta l'aria",

I vigili del fuoco hanno disposto la chiusura del tratto della A10 compreso tra Arenzano e Savona per ragioni di sicurezza. Dalle 6 circa, è stato possibile riaprire il tratto tra Varazze e Savona, in entrambe le direzioni, mentre permane la chiusura, sempre in entrambe le direzioni, tra Arenzano e Varazze, dove prosegue l'intervento dei vigili del fuoco. Lungo il percorso interessato dall'evento, a causa dei danni provocati dalle fiamme in alcuni punti all'arredo stradale, sono state installate riduzioni di carreggiata per consentire le immediate operazioni di ripristino da parte del personale della Direzione del 1° Tronco di Genova di Autostrade per l'Italia intervenuto sul posto. 

Agli utenti che da Genova sono diretti verso Ventimiglia si consiglia di uscire ad Arenzano e tramite la SS1 Aurelia rientrare a Varazze. In alternativa per chi proviene dalla Lombardia o dal Piemonte ed è diretto verso Ventimiglia è possibile utilizzare la A26 per raggiungere la A21 Torino- Piacenza da cui seguendo per Torino raggiungere la A6 Torino-Savona per poi proseguire verso Savona e raggiungere la A10. Percorsi inversi per chi da Ventimiglia è diretto verso Genova o Piemonte/Lombardia. Si registrano 4 km di coda in corrispondenza dell'uscita di Arenzano in direzione Ventimiglia e 4 km di coda in corrispondenza dell'uscita obbligatoria di Varazze in direzione di Genova. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata