Genova, il cda Autostrade conferma: "Subito 500 milioni per i primi interventi"
La riunione del Consiglio. Nel primo stanziamento: la nuova viabilità, le case (e gli altri interventi) per gli sfollati e la partenza della ricostruzione del ponte

Una prima lista di cose da fare per una "stima preliminare" di 500 milioni che comprendono (ma, ovviamente, si dovranno vedere tempi, progetti e modalità e costi reali) la ricostruzione del ponte "con le più moderne tecnologie", le case per gli sfollati di via Fillak e via Porro e la sistemazione della viabilità del nodo genovese sconvolta dal disastro di martedì scorso. Il consiglio di amministrazione di Autostrade per l'Italia (Atlantia-Gruppo Benetton) si è riunito oggi pomeriggio per affrontare interventi e conseguenze della tragedia di Genova. Praticamente sono le stesse cose che l'amministrazione delegato Giovanni Castellucci aveva elencato nella conferenza stampa di Genova. Il cda (che ha espresso dolore e cordoglio per le vittime del crollo del Ponte Morandi) si è riservato di affrontare in un'altra seduta, nei prossimi giorni, la questione della risposta da dare al governo che, come è noto, ha avviato con una lettera la procedura di revoca della concessione a Autostrade per l'Italia su circa la metà (tremila chilometri su seimila) della rete autostradale italiana. Ha proposito dei 500 milioni, il premier Giuseppe Conte, mentre il cda Autostrade era in corso, ha detto che "ci vorrà almeno il quadruplo" senza contare gli indennizzi.

500 milioni - Si legge nella nota finale del Cda. "in attesa degli esiti degli accertamenti in corso", il consiglio ha condiviso la prima lista di iniziative per una stima preliminare di 500 milioni di euro finanziati con mezzi propri già annunciata nel corso della conferenza stampa di sabato a Genova. E la stessa Aspi ha proposto al Comune di Genova l'istituzione di un Fondo sociale "di alcuni milioni di euro", che sarebbe gestito dal Comune stesso, da "destinare in aiuto alle famiglie delle vittime, indipendentemente da eventuali indennizzi o risarcimenti futuri". Il Consiglio di Amministrazione, conclude la nota, ha inoltre preso atto della lettera di contestazioni ricevuta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e verrà riconvocato "in tempo utile per fornire e deliberare un adeguato riscontro alle stesse"

La ricostruzione - Autostrade per l'Italia sta proseguendo le attività di progettazione per la ricostruzione del ponte Morandi, Il progetto - per il quale Autostrade sta coordinando a Genova un gruppo di imprese, esecutori e progettisti anche di livello internazionale - prevede "la demolizione delle attuali strutture rimaste del ponte sul Polcevera e la ricostruzione del ponte in acciaio secondo le più moderne tecnologie ad oggi disponibili in un periodo stimato di 8 mesi, a decorrere dall'ottenimento delle necessarie autorizzazioni"

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata