Genova, è allerta maltempo. Il vento mette paura: sospese tutte le operazioni
Cresce l'apprensione per la stabilità dei due tronconi rimasti del ponte Morandi

È allerta maltempo a Genova e cresce l'apprensione per la stabilità dei due tronconi rimasti del ponte Morandi, crollato lo scorso 14 agosto. Vento e pioggia preoccupano, per questo sono state sospese tutte le attività legate alla rimozione delle macerie. 

L'allerta gialla è stata estesa anche al ponente ligure e protratta fino alle 8 di domenica mattina. "Il vento è quello che ci preoccupa di più. Da quello che ci dicono i tecnici è una struttura molto pericolante, non sappiamo che effetti potrebbe avere", ha spiegato l'assessore ligure alla Protezione civile, Giacomo Giamperdone sottolineando che sono 140 i volontari attivi nella zona dell'emergenza, compreso il servizio psicologico. 

"L'area del Polcevera sarà sgombra. Ci vuole un po' di prudenza. C'è un'allerta gialla: non vuol dire che non possono esserci manifestazioni violente da starci un po' attenti - ha detto venerdì il presidente della Regione Liguria e commissario delegato per l'emergenza, Giovanni Toti - Saranno 24 ore di vento e pioggia forte. È il primo temporale che affrontiamo da quando abbiamo avuto, il 14 agosto scorso, questa disgrazia. L'area osservata speciale è quella dei lavori".

Intanto, va avanti il lavoro dei pm e dei tecnici per repertare il materiale. Il procuratore capo, Francesco Cozzi, punta alla salvaguardia delle prove da acquisire per far luce sulle cause del crollo. E soltanto "un pericolo per l'incolumità pubblica" potrebbe accelerare i lavori per l'abbattimento dei monconi e la realizzazione di un nuovo ponte.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata